17/07/2020

Webinar BicoccAlumni: l'intervento del Presidente CUS Milano Alessandro Castelli

Articolo di Nicolò Gelao

 

Una tavola rotonda per stimolare la riflessione su come affrontare la stagione sportiva autunnale, lavorando nell'organizzazione degli eventi. Il mondo dello sport riparte dopo l’emergenza sanitaria e il CUS Milano, come già in altre occasioni, ha risposto subito presente a questa prima importante occasione di confronto.

Nel pomeriggio di giovedì 16 luglio il presidente Alessandro Castelli è intervenuto al Webinar organizzato da BicoccAlumni, Università degli Studi di Milano-Bicocca e CUS Bicocca. A moderare l’incontro, al quale erano iscritti oltre 100 partecipanti, è stato Marco Ardemagni di Radio2. Dopo l’introduzione di Giuseppe Calbi, vicepresidente BicoccAlumni e presidente CUS Bicocca, a rispondere alle domande di Ardemagni, oltre al presidente del CUS Milano Alessandro Castelli, sono stati Martina Cambiaghi, assessore allo Sport e Giovani per la Regione Lombardia, Lucia Visconti Parisio, Delegata della Rettrice per lo Sport universitario presso l'Università degli Studi di Milano-Bicocca, Andrea Orlandi, Vicesindaco di Rho, Michele Spagnuolo, organizzatore Overtime Festival e Professore a contratto presso l'Università di Macerata ed Enrico Belli, Audio Crew Chief e Vicepresidente di Aux Società Cooperativa ARL.

«L’impatto è stato anche per noi significativo - ha dichiarato il presidente del CUS Milano Alessandro Castelli -. Abbiamo dovuto capire come muoverci e con quali vincoli. Abbiamo bloccato le attività sportive già attivate: la più significativa sono stati i Campionati Milanesi Universitari, che organizziamo da oltre 15 anni. Dopo un primo disorientamento devo dire che abbiamo scoperto la creatività dei nostri collaboratori, che nel giro di un mese hanno inventato una formula di campionati con dei giochi di abilità e sfide sportive a distanza, consentendo anche di formulare delle vere e proprie classifiche. Questa è stata una bella sorpresa e un insegnamento perché anche noi adesso siamo in grado di realizzare un piano A, B o C a seconda degli scenari, preparandoci così alla ripartenza». Lo stretto lavoro a contatto con gli atenei milanesi permette di garantire alta qualità nelle proposte agli studenti: «Organizzare sport, su mandato delle nostre Università, vuol dire organizzare un servizio su quello che le diverse Università ci chiedono. Oggi siamo in casa di Bicocca, che per noi è un’Università importante sotto molti punti di vista».

La crisi sanitaria ha prodotto un blocco sotto ogni aspetto, in tutti i settori della quotidianità. Ma dal presidente Castelli arriva un importante messaggio di speranza per tutti i tesserati CUS Milano: «Avendo avuto questo blocco quasi totale di tre mesi, anche a livello economico abbiamo subito un tracollo. Ma adesso siamo già ripartiti con delle piccole sorprese: abbiamo avuto il coraggio, seguendo scrupolosamente le regole sanitarie che man mano i DPCM ci imponevano, di riaprire subito gli impianti che gestiamo. Siamo stati i primi, lo scorso 4 maggio, a consentire l’accesso alla pista di atletica del centro sportivo XXV Aprile per gli allenamenti, organizzando anche la prima gara ufficiale in Lombardia di atletica leggera: una mossa che ha ridato fiducia a noi stessi e anche ai ragazzi per cui organizziamo gli eventi. Ma non solo. Abbiamo lanciato due summer camp per i bimbi, uno al Bicocca Stadium e uno all’Idroscalo: è stato un grande successo. Siamo arrivati al massimo della possibilità di iscritti, per il camp al PalaCUS Idroscalo abbiamo già le prenotazioni per la fine di agosto e la prima settimana di settembre».  

È dunque tempo di guardare con estrema fiducia a quello che ci attende da settembre in avanti: «In questo spirito di guardare con una visione positiva al futuro, e non dimenticando comunque quanto abbiamo imparato, noi ci prepariamo proprio con Bicocca a confermare la terza edizione della CorriBicocca per il prossimo 18 ottobre. Stiamo finalizzando l’organizzazione con una serie di regole, come per esempio un numero massimo di partecipanti, le partenze scaglionate, l’ingresso e l’uscita separati. Siamo fiduciosi che, salvo soprese negative sul piano sanitario, il 18 ottobre andrà in scena la terza edizione», ha concluso il presidente del CUS Milano Alessandro Castelli.