24/09/2019

Inaugurato il nuovo Bicocca Stadium

Foto --> Alessio Richini  Photogallery

Venerdì 20 settembre, alle ore 17 è stato inaugurato il il Bicocca Stadium. La data scelta per la riapertura dell’impianto non è stata certo casuale. Il 19 settembre infatti ricorre la Giornata Internazionale dello Sport Universitario, scelta più che azzeccata per ridare alla collettività, universitaria e non, questo storico impianto. Il 20 ottobre, il Bicocca Stadium farà da sfondo alla CorriBicocca, la corsa inclusiva organizzata dall'Università degli Studi di Bicocca. 

Il centro sportivo nasce nel 1919, su iniziativa di Piero Pirelli, proprietario del gruppo Pirelli e socio fondatore dell’A.C. Milan. La società rossonera fu la prima a usufruire del campo Pirelli. Essendo il Milan, a quel tempo, in attesa del completamento dei lavori del nuovo campo di Viale Lombardia, il presidente rossonero Piero Pirelli concesse provvisoriamente l'utilizzo del campo Pirelli per le partite casalinghe della stagione 1919-1920. I rossoneri giocarono al Pirelli solamente tra l’ottobre e il novembre del 1919. “Il Pirelli” cambiò denominazione nel 1985, diventando “Pro Patria”, nome di spicco per quanto riguarda l’atletica italiana.  

La riqualificazione dell’impianto sportivo è stata realizzata in tempi celeri. La tribuna è stata ingrandita e riqualificata e può ora ospitare ben 500 spettatori. Il vero fiore all'occhiello della parte dell’impianto però è sicuramente la pista d'atletica: la prima in Italia realizzata con la tecnologia Smart Tracks in Polytan, dotata di sensori di velocità posti sotto il manto sintetico che permettono di registrare la velocità dei corridori e scaricare il tutto su smartphone. La pista cinge un nuovissimo campo in erba sintetica realizzato col supporto di Ecopneus. Il manto erboso, polivalente per calcio e rugby, è stato ottenuto dal riciclo di pneumatici fuori uso per una soluzione ecofriendly e performante.

La cerimonia di inaugurazione è stata aperta dall’intervento della Prof.ssa Messa, Rettore uscente dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca: “Questo è il progetto di avere lo sport come uno degli strumenti per formare, per fare ricerca e per includere anche le persone magari con abilità diverse rispetto ad altri. È una visione che tiene fede alla nostra missione di formare e fare ricerca e che la trasferisce nel territorio nel modo in cui può: io credo che lo sport abbia delle doti e prerogative che null’altro ha.”

A seguire le parole della Prof.ssa Iannantuoni, che prenderà in carico il rettorato dell’Università a partire dal 1 Ottobre: “Sono veramente felice di ribadire come il passaggio di consegne è l’esempio che si possa puntare al bene dell’ateneo e delle persone che lo vivono. Il passaggio di consegne deve avvenire in maniera corretta e in un modo per cui tutti vinciamo […] Abbiamo intenzione di investire, perché investire in un’attività di questo genere vuol dire investire sul ruolo che il nostro ateneo possa avere nella città: ruolo attivo, civile, culturale, di ricerca.”

Ha partecipato al momento di festa anche il Comune di Milano, presente con l’Assessore all’Urbanistica, Verde e Agricoltura Pierfrancesco Maran, con Giuseppe Lardieri - presidente di Municipio 9 e Anna De Censi in rappresentanza all’assessorato allo Sport. Queste le parole di Maran al Bicocca Stadium: “Nel portare il saluto del sindaco ci tengo a dirvi “bravi”: 5-6 anni per un’operazione del genere sembrano tanti visti da fuori ma invece sappiamo bene che per iniziative del genere è la dimostrazione che si riesce a fare un lavoro eccellente in un tempo congruo e accettabile. Questo luogo compie un secolo quest’anno, lo fa con un restyling straordinario. Migliaia di ragazzi e ragazze potranno utilizzarlo al meglio. È anche la dimostrazione che il mondo universitario si apre a funzioni che magari intuitivamente non erano così solide nelle università italiane: lo sport fa pienamente parte della vita degli studenti universitari.”

Anche Claudia Giordani, ex Atleta CUS Milano e presente alla cerimonia come delegato CONI, ha ribadito l’importanza storica del momento: “È veramente una giornata importante: un luogo storico che prende nuova vita nell’ottica di un futuro tecnologico ma ricco di esperienze, emozioni e nuove opportunità per giovani e non solo […]. Grazie al mondo universitario e a chi ha creduto nel valore dello sport, che è la cosa più importante per noi che ci mettiamo oltre che la passione anche il desiderio che lo sport sia sempre presente nella società.”

Dopo la sintesi delle vicende storiche dell’impianto illustrata dal Prof. Giuntini e la testimonianza sportiva e umana dell’alpinista Carlo Alberto Cala Cimenti, a chiudere gli interventi è stato il delegato del rettore per lo sport universitario il Prof. Nicotra (Università degli Studi di Milano-Bicocca): “Quando mi venne dato questo incarico non avevamo alcunché come impianti sportivi, però ce l’abbiamo messa tutta e questa università ci ha creduto e questo è importante: ha sinceramente creduto che lo sport fosse formativo, desse senso di gruppo, spirito di appartenenza. Così a poco a poco abbiamo costruito. Questa è l’ultima costruzione che noi siamo riusciti a fare e che ovviamente metteremo a disposizione dei nostri studenti e anche della cittadinanza […].Grazie ai rettori che si sono susseguiti, grazie al CUS che ha fortemente creduto in questa iniziativa: abbiamo pensato fosse importante e finalmente lo abbiamo realizzato in tempi anche ragionevoli.”

A chiudere la cerimonia è stata la premiazione degli studenti dell’Università Bicocca che si sono distinti per meriti sportivi nella passata stagione: Isabella Locatelli e Laura Paganini per le Universiadi disputate questa estate a Napoli. Simone Bruno, Serenza Troiani e Sofia Barbè Cornalba per i risultati ottenuti ai Campionati Nazionali 2019 a L’Aquila.

Queste le parole del presidente CUS Milano Alessandro Castelli al termine dell'evento: “Oggi abbiamo festeggiato in maniera molto degna l’inaugurazione di questo fantastico centro sportivo. Dobbiamo davvero dire “grazie” alla Università Bicocca perché ha fatto un investimento importante e di valore. Il progetto è di proseguire i lavori con un secondo step che prevede un centro dedicato alla medicina sportiva, da ultimo auspichiamo un terzo lotto che ospiti una piscina. Con i lavori fatti fino ad ora il Bicocca Stadium diventa un ottimo impianto per gli allenamenti di atletica leggera con la possibilità di ospitare gare ufficiali sui 100 e 100 HS e dotata di un nuovissimo sistema di rilevamento dei tempi. Non da ultimo il campo in manto sintetico dedicato a rugby e calcio”.

Domenica 20 Ottobre, a un mese esatto dall’inaugurazione, il Bicocca Stadium ospiterà il suo primo grande evento: la partenza della seconda edizione della CorriBicocca, la corsa inclusiva organizzata dall'Università degli Studi di Bicocca.