16/04/2019

#COPPA_LOMBARDIA Mariano e compagni alzano al cielo la Coppa!!!

15/04/2019, C.S. San Raffaele – Coppa Lombardia, Calcio a 11 Maschile

Foto di Paolo Gentili

Formazioni

CATTOLICA: Bertolini, Mariano, Tranquillino Minerva, Monteverdi, Decorato, Picozzi, Naldi, Uccelli, Silvestrini, Quintieri, Trevisan, Porreca, Rossit, Albitar, Malatrasi, Casareto, Mevio, Giuliotti. All. Vona.

STATALE: Ahmed Hagi, Aloisi, Andrico, Bakcha, D’Andrea, Dimitri, Ghislandi, Marino, Massari, Orlandi, Yewou, Pettinato, Van De Klundert, Mercadante, Jouve. All. Storniolo.

La prima Coppa Lombardia trova il suo posto nella teca dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. I biancoblù danno ancora una volta dimostrazione del proprio primato nel calcio a 11 vincendo la nuovissima competizione lombarda. Primo trofeo della stagione ma non la prima soddisfazione: già il primo posto nella Regular Season dei Campionati Milanesi Universitari aveva fatto intuire che il livello dei ragazzi di Mister Vona è lo stesso dell’annata passata, conclusa sul gradino più alto del campionato meneghino.

Statale si riconferma al vertice, ma ancora una volta ha la peggio sui rivali. Ironia della sorte, le maglie verdi si vedono sconfitte con lo stesso risultato della finale dei CMU 17/18: 3-1 al triplice fischio del direttore di gara. Chissà di non aver assistito, almeno per quanto riguarda le squadre in campo, ad un prequel della finale dei CMU ma, si sa, “la palla è rotonda, la partita dura 90 minuti e tutto il resto è solo teoria”.

Il ritmo della gara si attesta a livelli elevati fin da subito. Le due squadre lottano sui rimpalli a centrocampo, senza trovare ancora dinamiche di gioco definite. Tempo sette giri di orologio e gli equilibri vengono subito spezzati da Cattolica: contropiede fulmineo, Rossit si fa trovare pronto su una palla rasoterra in area, elude la marcatura e tocca alle spalle di Massari in uscita. 1-0 e partita subito in salita per i ragazzi di Storniolo. Lo svantaggio agisce come un tonico sulle maglie verdi. Alla ricerca del pareggio, Statale si fa venire qualche idea in più in attacco e, nonostante qualche imprecisione sulla mediana, riesce a trovare profondità verso la porta avversaria impegnando a più riprese Bertolini. Al 13’ minuto Yewou sfrutta la velocità per entrare in area per poi concludere da posizione defilata sul primo palo. Il portiere ci mette il piede. Quattro minuti dopo è Dimitri a calciare in porta sfiorando di un soffio il secondo palo. La terza occasione arriva dai piedi di Ghislandi, bravo nel controllo su calcio d’angolo di Hagi, ma non abbastanza nella conclusione preciso da evitare le mani del portiere. Il pareggio, annunciato, arriva con una iniziativa di Marino. Il numero 14 in maglia verde percorre palla al piede lo spazio dal centrocampo al limite dell’area, dove cede il pallone a Dimitri. Il vicecapitano non si lascia sfuggire l’occasione, trova lo spazio per calciare e infila in porta il goal dell’1-1.

Dopo i canonici 15’ di intervallo il gioco torna a stazionare sulla mediana, trovando sbocco nelle rapide accelerazioni di Yewou sulla fascia sinistra per Statale. Pochi sprazzi realmente pericolosi da entrambe le parti, ma Cattolica dimostra di avere la prontezza di riflessi per sfruttare ogni occasione buona. Questa si propone, improvvisamente, su un calcio d’angolo battuto da Uccelli. La momentanea distrazione della difesa statalina lascia stazionare la palla in area abbastanza perché Trevisan abbia il tempo di metterla in rete senza troppi complimenti. 2-1 e tutto da rifare per Statale. I minuti passano e fanno aumentare la tensione, cosa che certamente non aiuta Bakcha e compagni nella ricerca del pareggio. Cattolica si accorcia e soffre bene: il gol non arriva. Subentrato proprio al capitano di Statale al 35’, l’occasione d’oro è si presenta a Van De Klundert a due minuti dal triplice fischio. L’ennesimo pallone lanciato in area da Statale viene carambolato fino a suoi piedi. Il controllo è buono, la palla è staccata da terra quel poco che serve per calciarla di piena potenza. La conclusione esplode verso il secondo palo, ma incontra il tuffo miracoloso dell’estremo difensore di Cattolica. Con gli avversari sbilanciati in avanti, Cattolica chiude i giochi nei minuti ti recupero: palla lunga per Malatrasi che controlla in velocità fino all’area di Massari e qui viene atterrato dal difensore. Dal dischetto Tranquillino Minerva spiazza il portiere per il 3-1 chiudendo di fatto la partita prima del triplice fischio di Bruno.

Migliori in campo

Yewou, Statale: al meglio nella prima frazione, il piè veloce di Statale trotta per tutta la durata della gara. Supporto indispensabile per l’attacco delle maglie verdi.

Trevisan, Cattolica: al posto giusto, nel momento giusto. Il suo goal cambia di fatto la partita.

Voci dal campo

Vittorio Vona, Allenatore Cattolica: “Durante il primo tempo siamo stati fortunati, Statale ne ha avuto di più e meritava il vantaggio. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio. Bravi i ragazzi perché hanno reagito bene, rispetto ai primi 45 minuti siamo stati più corti e abbiamo trovato l risultato. Ora speriamo di arrivare in forma alla finale”.

Jorge Storniolo, Allenatore Statale: “Ad inizio partita in pochi minuti abbiamo preso goal. Poi pian piano siamo entrati in partita, abbiamo trovato profondità sulle fasce e siamo riusciti a costruire e pareggiare. Nel primo tempo sul livello tecnico avevamo qualcosa in più. Nella ripresa Cattolica ha chiuso bene proprio dove eravamo più offensivi. Gli abbiamo regalato il secondo goal. Non un goal bellissimo, ma è una finale ed ogni dettaglio conta. Da lì in poi ovviamente è stata tutta in salita, siamo riusciti a sfruttare qualche palla mentre loro, come naturale, affondavano su contropiede. Sono stati bravi a sfruttare l’occasione, hanno meritato la vittoria”.

Tabellino

CATTOLICA 3 - 1 STATALE (1-1)

Reti: 7’ Rossit (C), 34’ Dimitri (S), 14’st Trevisan (C), 48’st Tranquillino Minerva (C).

Arbitro: Bruno.

Assistenti: Cioni, Maiocchi.