10/06/2019

Passa per le vie di Milano la Torcia della XXX Universiade

PhotoGallery

Nella giornata di Lunedì 10 Giugno si è svolta a Milano la cerimonia del passaggio della Torcia del Sapere della XXX Universiade Estiva. Il più grande evento italiano del 2019 avrà sede a Napoli dal 3 al 14 Luglio. Lo stadio San Paolo, rinnovato per l’occasione, ospiterà la cerimonia di apertura, ideata e prodotta da Balich Worldwide Shows sotto la direzione di Marco Balich, direttore creativo e produttore esecutivo già noto per le fantastiche Cerimonie Olimpiche da Torino 2006 a Rio 2016.

La partenza della Staffetta è stata preceduta dalla conferenza stampa “Aspettando l’Universiade, tra sport e spettacolo” tenutasi nello Spazio Campania in piazza Fontana, durante la quale il Presidente della Regione Campania, Vincenzo de Luca, e il Commissario straordinario per l’Universiade, Gianluca Basile, hanno illustrato il programma della manifestazione sportiva.  Dopo i saluti istituzionali e aver ricordato la partenza della Fiaccola da Torino, sede nel 1959 della prima Universiade, ideata e organizzata dal grande dirigente sportivo Primo Nebiolo, e il passaggio a Losanna, sede della FISU (Federazione Internazionale Sport Universitari), per celebrare la tappa di Milano hanno preso la parola gli ospiti presenti a questo incontro.

Ad inaugurare gli interventi è stato il Commissario straordinario della XXX Universiade Estiva Napoli 2019: il dott. Gianluca Basile: “A Napoli ospiteremo più di 8500 atleti provenienti da 128 paesi nel mondo, 18 discipline sportive che si svolgeranno su 165 impianti sportivi. Accoglieremo al meglio tutti coloro che parteciperanno a questa grande manifestazione e per farlo stiamo promuovendo l’evento in tappe significative: una di queste è sicuramente Milano: sport chiama sport e questa torcia qui a Milano speriamo sia di buon auspicio anche per l’altro grande evento delle Olimpiadi Invernali 2026 che la città meneghina si augura di poter organizzare con Cortina. Un ringraziamento a tutti i 70 tedofori che porteranno la Fiaccola passando per tutte le province campane fino a Napoli dove il 3 Luglio, si comincerà con la cerimonia di apertura allo Stadio San Paolo e l’accensione del calderone olimpico. Ci faremo trovare pronti, veniteci a trovare a Napoli”. Ha proseguito l’Assessore all’Educazione, dott.ssa Laura Galimberti: “Milano è orgogliosa di ospitare il passaggio della Fiaccola del Sapere. Da sottolineare la parola tradizione, che vuol dire trasmissione, consegna nelle mani, oggi verrà consegnata questa torcia nelle mani di chi poi la porterà più lontano, fino alla meta: cosa che fanno tutti i giorni le nostre scuole e le nostre università, luoghi in cui si trasmette la cultura del sapere”. Ha preso poi la parola l’Assessore al Turismo, Sport e Qualità della vita Roberta Guaineri: “Grazie ai 12 tedofori che si sono volontariamente offerti con grande entusiasmo di portare la torcia oggi, torcia che rappresenta l’unione di tutti i valori, i valori dello sport, delle nostre città, delle nostre università. Io ho voluto iniziare questa corsa con un ragazzo che penso rappresenti tanto gli sviluppi che sta avendo il nostro paese, Giacomo è un ragazzo affetto da autismo che fino a pochissimo tempo fa non correva e quest’anno ha fatto la prima tranche della staffetta della maratona di Milano e credo che lui rappresenti al meglio quello che noi vogliamo dallo sport della nostra città, vogliamo inclusione, disponibilità da parte di tutti per aiutare tutti. Penso che oggi con i nostri 12 tedofori riusciamo a rappresentare i valori più belli della nostra città che vogliamo trasmettere a tutta l’Italia”.

E’ stata quindi la volta del Presidente del CUS Milano, Ing. Alessandro Castelli “La fiaccola delle Universiadi è anche detta “Fiaccola del Sapere” ed è con questa accezione che mi piace sottolineare come la tappa di Milano sia importante e significativa. Milano è città universitaria di eccellenza sia per i numeri, contando otto atenei più due Istituti Universitari di Arte, con oltre 200 mila studenti universitari iscritti e oltre 30 mila tesserati al CUS Milano, sia per la qualità della didattica dei nostri Atenei e anche della nostra organizzazione sportiva, più che mai impegnata nell’organizzare le attività sportive per gli studenti. Le Universiadi di Napoli vedranno un numeroso drappello di nostri studenti convocati per le diverse discipline: sono atleti di livello internazionale che portano concretamente avanti la Dual Career di studio e sport, tema questo che è stato finalmente valorizzato nei nostri atenei e che come CUS ci vede impegnati nel reperire risorse che aiutino a crescere questo importante obiettivo. Vivere oggi questa tappa di avvicinamento alle Universiadi 2019 deve consentirci anche di lanciare un appello alle nostre Università e in primis alla Amministrazione della Città e della Regione: Milano e la Lombardia che hanno giustamente ambizioni olimpiche non possono non prendere in considerazione per il futuro anche l’opzione, non alternativa, ma complementare alle ambizioni olimpiche di candidarsi alle Universiadi Estive. Portando il saluto anche del CUSI ringraziamo la FISU per avere ancora una volta accordato all’Italia la organizzazione delle Universiadi e un grande in bocca al lupo agli amici di Napoli impegnati in questa sfida e a tutti i nostri studenti-atleti che sono certo sapranno gareggiare al meglio e nel rispetto delle regole. W le Universiadi. W lo Sport Universitario”.

Sono poi intervenuti il professor Calvetti del Politecnico di Milano che ha sottolineato come sia importante far sentire gli studenti appoggiati, sostenuti sia nella carriera accademica che nella carriera sportiva. Molti campioni sportivi del Politecnico riescono anche ad avere un’ottima media e questo è sicuramente un ottimo segnale di come sport e vita universitaria possano andare di pari passo. Per la prof.ssa Lucia Visconti Parisio dell’Università Bicocca lo sport è sicuramente un valore aggiunto per la vita quotidiana e per raggiungere traguardi importanti. L’Università Bicocca è impegnata anche nella gestione di grandi strutture sportive, come dimostra la restaurazione dell’impianto Pro Patria, in collaborazione con il CUS Milano, che rappresenta un investimento importante. L’appello fatto agli studenti è quello di trascorrere momenti di gioia con compagni che vengono da tutto il mondo. Per il professor Fabio Esposito dell’Università degli Studi di Milano la Statale crede molto nella funzione educativa dello sport come testimoniano i molti progetti con la Regione e con altri atenei. Lo sport può essere fattore di agonismo e di crescita delle proprie capacità ma può essere anche fattore inclusivo e culturale che unisce le persone. “L’Universiade a Napoli è un messaggio bellissimo che dà l’Italia verso questo obiettivo”, ha concluso la prof.ssa Caterina Gozzoli dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, affermando come l’università sia luogo di apprendimento continuo e di sostegno dei talenti. E si può apprendere in tanti contesti diversi, tra cui lo sport. Lo sport è un modo per sostenere il talento, produrre innovazione, produrre conoscenza. Ha definito l’Universiade in Italia come un’occasione preziosissima per ribadire l’importanza dello sport nelle università ma soprattutto per generare una cultura sociale dello sport universitario. Dopo i saluti finali di Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania, la cerimonia del passaggio della Fiaccola ha avuto ufficialmente inizio.