#CMU17_18 Bocconi fa il double nel tennis: vince anche la Coppa Davis!

Articolo di Davide Manuri
Foto di Paolo Gentili

 

La Bocconi alza anche la Coppa Davis di tennis maschile: dopo il successo nella mattinata delle ragazze in Fed Cup, i ragazzi riescono ad avere la meglio sui tennisti di Statale direttamente nei due singolari, rendendo inutile, come successo con le ragazze, l’incontro del doppio.

Protagonisti delle 2 vittorie Andrea Cattaneo e Bruno Cimadamore, che vincono in due set i rispettivi incontri contro Matteo Zanchi e Massimiliano Monticelli.

I match. Monticelli contro Cimadamore è la sfida sulla carta più equilibrata, ma il campo racconta altro: il tennista argentino di Bocconi gioca un tennis più costante, chiudendo la contesa 6-2 6-1, senza che lo Statalino riesca mai a trovare le contromisure al gioco dell’avversario.

Tra Zanchi e Cattaneo invece regna l’equilibrio: nel primo set i due tennisti si dividono i primi game fino al 3-3, poi Cattaneo piazza il break e chiude il set sul 6-3. Zanchi non si demoralizza e dà battaglia nel secondo, andando sempre in vantaggio fino al 4-3. Cattaneo però tira fuori gli artigli: recupera e poi vince 6-4. Con questo successo, Bocconi si porta sul 2-0 e rende superfluo il doppio, portando a casa uno storico “double” nel tennis dei Campionati Milanesi Universitari 2017-2018

Soddisfazione da parte dei ragazzi in maglia arancio: “È stata una bella bella partita – dice Bruno a fine partita - anche se Massimiliano ha sbagliato più del solito oggi; io sono rimasto solido e sono contento di aver vinto

La mia è stata una partita difficile – racconta Cattaneo - anche perché ho giocato su una superficie in cui non sono abituato: l’avversario è stato ostico e anche il caldo non ha aiutato. Sono contento di averla portata a casa in 2 set, perché nel secondo no ho giocato bene”.

Rende merito agli avversari e ai suoi ragazzi anche Riccardo Sozzi, responsabile per il tennis di Statale: “I ragazzi hanno provato a mettere i bastoni tra le ruote a Bocconi: Massimiliano era quello che aveva l’avversario più difficile, è stato bravo a rimanere in partita finché ha potuto. Zanchi era il giocatore su cui puntavamo di più: ha fatto una buona partita, contro un avversario che ha giocato molto bene. Sono comunque soddisfatto di com’è andata questa stagione”.