20/05/2018

CDF Champions League: doppia vittoria per Medicina e Chirurgia, Scienze motorie vince nel volley

Articolo e foto di Jacopo Cella

Concluse le qualificazioni ed eletti i vincitori delle singole facoltà, è andata in scena al PalaCUS la prima edizione della Champions League, novità tutta da scoprire di questa seconda edizione dei Campionati di Facoltà.

L'idea di questo torneo nasce a partire dai cambiamenti introdotti alla formula dei CDF. Nella edizione 2017/18 infatti le Finali del 26 Maggio vedranno scendere in campo la migliore "Seleção" di ciascuna Facoltà. Come ci spiega Roberto Sergio, Responsabile del CUS Statale: "Dopo l'esperienza dello scorso anno ci è stato fatto notare che le squadre vincenti delle facoltà non sono necessariamente anche le più forti, come invece sarebbe nel caso di una "selezione" di atleti". Da qui il cambiamento del regolamento, che apre però un altro problema, quello relativo alle squadre formate spontaneamente dagli studenti: "Un partecipante potrebbe fare questo ragionamento: che divertimento ho nel vincere il campionato della mia facoltà se poi smembrano la mia squadra? Questa Champions League nasce pensando agli studenti mentre per le facoltà è più sentita la coppa generale". La "Champions" quindi ricalca le linee guida delle Finali della passata stagione e sarà sicuramente utile e interessante confrontare i risultati ottenuti da una stessa facoltà nelle due differenti competizioni. In ogni caso l'idea sembra piacere, tanto che già dal mattino (inizio gare alle ore 10) il Palacus prende vita grazie alla presenza di circa duecento persone fra organizzatori e partecipanti. In palio per i vincitori l'opportunità di rappresentare l'Università Degli Studi di Milano ad un torneo internazionale.

Basket 3vs3

L'ultimo ad iniziare ed il primo a finire, il torneo della palla a spicchi è il primo a cadere nelle mani di Medicina e Chirurgia che da sola riesce ad occupare 2/3 del podio. Sul gradino più alto salgono i Biomedhoops, vincitori per 19-15 ai danni dei Big Tree (ST), approdati in finale dopo le fatiche contro i La Pattuglia della Micia (SAA) ai quarti e contro i colleghi dei Chicago Budrie in semifinale. Questi ultimi si tolgono la soddisfazione del bronzo vincendo contro i Bella Domanda (SPES) la finalina del terzo-quarto posto.

Calcio 5vs5

La prima fase di quattro gironi chiama subito fuori dai giochi le rappresentanze di Giurisprudenza, Studi Umanistici, Scienze della Mediazione e Medicina Veterinaria. I quarti di finale invece eliminano Scienze del Farmaco, rappresentato da Pharmareea e I Mapez, e Scienze e Tecnologie, in campo con i nomi di 1CKSA La Rissa e Boh Russia. Molto sentita, la partita fra Scienze Politiche e Scienze Motorie valida per le semifinali risulta in una vittoria per 2-1 dello SPES United, mentre fra Fly Emirates (MC) e i Di raspigiatrice (SAA) sono i primi a spuntarla con un solo gol di scarto. La sfida decisiva rimane sull'equilibrio dell'1-1 per gran parte del tempo di gara ma uno sfortunato autogol degli SPES United mette in mano ai Fly Emirates coppe e spumante. Causa irreperibilità degli avversari i Di raspigiatrice ottengono il terzo posto senza passare dalla finalina.

Volley 4vs4

Ad evitare un clamoroso triplete per Medicina e Chirurgia sono i Feedback di Scienze Motorie, vincitori in finale contro i Giocoforza (MC) dopo aver eliminato anche i TNF (MC) ai quarti di finale. La finalina è fra le due squadre di Scienze e Tecnologie che si assicura così il terzo posto.

Premiazioni in grande stile con tanto di spumante a concludere la giornata.Volendo fare un bilancio possiamo dire che la soddisfazione di Roberto Sergio è tanta: "Come primo anno è andata molto bene, non avremmo potuto chiedere di più, sarebbe stato impossibile".